Background Image

Visto USA

Chi deve fare richiesta per il visto F-1 per Studiare negli USA?

Il visto F-1 serve per poter partecipare a un corso di lingua inglese “intensivo”, che impegna quindi più di 16 ore a settimana, oppure per un periodo di oltre 3 mesi. In particolare, il visto F-1 è necessario per studiare nelle scuole e università USA. Se si intende seguire un corso “non intensivo”, che quindi impegna meno di 16 ore a settimana per una permanenza massima di 90 giorni, non è necessario richiedere alcun visto ed è sufficiente possedere un Passaporto valido per gli USA e ottenere l’ESTA, da richiedere on-line almeno 72 ore prima della partenza. Clicca qui.

Fasi necessarie per ottenere il visto F-1 per studiare negli USA:

  1. E’ necessario avere una Passaporto valido per gli USA, a copertura dell’intero viaggio e una validità residua di almeno di 6 mesi.
  2. Una volta prenotata e confermata la scuola, questa rilascia un modulo I-20, che sarà inviato per posta o tramite corriere (con un piccolo supplemento ma con tempi più brevi). Inoltre, è necessario attestare di avere disponibilità economiche sufficienti per il periodo di studi negli USA. Per fare questo è necessario procurarsi un estratto conto bancario oppure una lettera (in inglese) della propria banca che attesti la presenza dei fondi necessari. Qualora non si sia intestatari di un conto corrente è possibile utilizzare uno Sponsor (ad esempio un genitore o un parente).
  3. Il modulo I-20 riporta anche il numero di SEVIS (Student Exchange and Visitor Information System) vale a dire una “tassa di gestione pratica” istituita dal governo USA. Il versamento va effettuato tramite apposito sito web (http://www.ice.gov/sevis) o via Western Union, includendo il codice SEVIS identificativo (il costo è di circa $200). Questo pagamento impiega generalmente 20/30 giorni per essere registrato pertanto è consigliato provvedere con la massima urgenza: deve essere infatti già registrato nel sistema al momento del colloquio presso l’Ambasciata o Consolato USA.
  4. Utilizzando il modulo I-20 si potrà quindi richiedere il visto tramite la compilazione del modulo D-160 (https://ceac.state.gov/genniv/): sarà necessario inserire il SEVIS, una foto digitale e le informazioni sul soggiorno-studio prenotato (indirizzi dell’abitazione, della scuola e così via). Una volta terminato è necessario stamparlo e fornirà un ulteriore codice che servirà per prenotare il colloquio in consolato.
  5. Tassa consolare di circa $130 (da pagare presso una filiale della BNL).
  6. Il colloquio può essere prenotato tramite il seguente sito: https://usvisa-info.com/ (per fissare l’appuntamento sarà chiesto il codice SEVIS e il codice che si trova sul modello D-160). Le tempistiche possono variare pertanto si consiglia di effettuare le varie fasi con largo anticipo sulla partenza.
  7. Al momento del colloquio è necessario portare tutti i documenti necessari:
  • estratto conto o lettera della banca
  • modulo I-20
  • modulo D-160
  • ricevuta pagamento tassa consolare
  • ricevuta pagamento SEVIS
  • passaporto
  • fototessera per passaporto *

* La foto deve presentare alcune caratteristiche ben precise, come essere stata scattata negli ultimi sei mesi e avere delle misure prestabilite.   Le foto dovranno essere a colori, su sfondo bianco, con lo sguardo rivolto all’obiettivo, e senza occhiali da vista.  Foto con lo sguardo rivolto verso il basso o lateralmente non saranno accettate.  Copricapo, cappelli ed occhiali non sono ammessi, a parte alcuni casi particolari. In ogni caso il volto del richiedente deve essere completamente esposto e visibile.  Per informazioni dettagliate, preghiamo di consultare questo link.

Se il visto viene approvato, sarà comunicato come e quando ritirarlo.

Come ci si prepara al colloquio in consolato? 

Il più delle volte sarà più che altro una formalità, vi sarà chiesto di parlare in inglese, quali sono le motivazioni per la richiesta del visto, quanto tempo si intende rimanere, dove e perché si è scelto proprio quel corso e quella città. Vi verrà chiesto se lavorate o studiate in Italia, se avete parenti in USA e in generale cercheranno di capire se il soggiorno sarà davvero temporaneo o se si nasconde qualcosa.

N.B. Le quote comunicate sono indicative e rimandiamo all’ambasciata americana per i dettagli definitivi.

Chiusura preventiva Sedi LIA (Casal Palocco e EUR Torrino)

EMERGENZA COVID-19

Gentili famiglie,

in base alle nuove direttive ministeriali, la sospensione delle attività didattiche è stata prorogata fino al 3 aprile.

Di conseguenza anche tutti i corsi LIA saranno sospesi fino a tale data.

Forniremo aggiornamenti e informazioni  tramite sito web e email che vi preghiamo di controllare con regolarità.

Vi ringraziamo per la Vostra pazienza e collaborazione.

 

 

Cordiali saluti.

Direzione LIA